Foo Fighters

  • concerti
  • Info
  • Playlist
  • Galleria
  • Follower

Info

Foo Fighters, la band che "combatte" ancora Era il 1994 e il mondo era in continua evoluzione. Anche la musica cambiava radicalmente in quegli anni e dopo la parentesi Nirvana, Dave Grohl decise di fondare i Foo Fighters, per dare continuità al nuovo genere nato in quegli anni, ovvero il grunge. La band nacque dopo che l'eccentrico batterista reclutò Nate Mendel al basso e Willliam Goldsmith alla batteria. La chitarra dei Foo Fighters fu impugnata da diversi personaggi di spicco del panorama rock, partendo da Pat Smear e arrivando a Chris Shiflett. L'esordio discografico coincide con il 1995, data di pubblicazione dell'album omonimo Foo Fighetrs: dopo un tour d'esordio, nel 1997 la band capitanata da Grohl tornò in studio per metter mano al loro nuovo lavoro, intitolato "The colour and the shape". Gli ultimi anni del secolo scorso furono davvero particolari per la band: tanti riconoscimenti individuali e biglietti esauriti in tutti i loro concerti.Il tour di chiusura fu quello relativo a "There Is Nothing Left to Lose", terzo album in studio della band statunitense. Nel nuovo millennio, i Foo Fighters tornano di nuovo in sala di registrazione a quattro anni dal loro ultimo lavoro: è la volta di "One by one" e di "In your honour", usciti rispettivamente nel 2002 e nel 2005. Il quadrienno della consacrazione è quello che va dal 2007 al 2011: anche qui i Foo Fighters pubblicarono due album in studio, che consegnarono la band americana alla storia della musica rock. I concerti proseguirono fino al 2012, quando Dave Grohl annunciò una pausa momentanea del gruppo. Il ritorno in sala di registrazione e sui palchi internazionali avviene nel 2014 con la pubblicazione del loro lavoro numero otto, ovvero "Sonic Highways".

Segnala un errore